CarloBoom

CarloBoom ed altro…

Nostagia…

Nostalgia, nostalgia di casa, di odori e sapori.

Di luoghi famigliari, di volti famigliari, famigliari a tal punto da poter fare a chiunque un cenno di saluto.

Strade ed angoli buoi, inqueti ma allo stesso tempo conosciuti.

Il mare un punto di riferimento che ora mi manca, il solo osservarlo, il solo odore, il vento che pare portarti alle orecchie i gusti consigli.

Casa, il suo calore, non solo il calore del camino ma anche dalle persone che da sempre l’hanno frequentata. Hanno permesso che questo luogo a me più famigliare, non sia mai stato scontato e noioso.

La famiglia, quella che, si aspetta prima che tutti siano a casa, per pranzare, quella dove i problemi vanno risolti insieme, dove le parole hanno sempre un senso, dove ogni gesto e sincero e pieno d’amore.

Gli amici che hanno accompagnato serate e momenti memorabili, che ti hanno sempre ascoltato nei momenti giocosi e nei momenti tristi. Amici con cui ci si è annoiati, divertiti, arrabbiati ma sopratutto ritrovati. Sempre lì dove un amico deve essere.

La solitudine che ti portava a vagare nei posti più impensati, ma che poi ti riportava a tornare dalle persone e nei luoghi più cari.

Incredibile, Gandoli quano mi manchi…

Questo è un pensiero scitto qualche tempo fa ma mai pubblicato che riporta uno stato d’animo un po’ triste, oggi ho deciso di pubblicarlo ugualmente.

Carlo

Annunci

29 dicembre, 2007 Posted by | Pensieri e Parole | 2 commenti